Ciò che è reale? Le discussioni con Ranga.

Sposare, Maggio 23, 2007 a 4:47 AM

Hi Manoj:

My phenomenal world seems to be different from yours 🙂 All the better for the theory of multiple perceptual realities. Bertrand Russell ha scritto una volta:

“Gli oggetti della percezione che prendo di essere “esterno” a me, quali superfici colorate che vedo, sono solo “esterno” nel mio spazio privato . . . Quando su una base di buon senso, si parla del golfo tra mente e materia, ciò che realmente hanno in mente è il divario tra una percezione tattile, e un “pensiero”? e.g. una memoria, un piacere, o una volontà. Ma questo, come abbiamo visto, è una divisione all'interno del mondo mentale; il percetto è mentale come la “pensò.”

Questa affermazione sulla luce non ha un posto speciale nel nostro PR non sembra seguire dalle frasi precedenti. La mia tesi è questa: Lo spazio è una rappresentazione cognitiva della luce che cade nei nostri occhi, proprio come il suono è una rappresentazione delle onde di pressione dell'aria che rientrano nelle nostre orecchie. Quindi, nel nostro spazio, luce ha un posto speciale. Più specificamente, la sua velocità ha un posto speciale nel modo in cui percepiamo il movimento nel nostro spazio.

Tutti i processi sensoriali hanno diverse qualità e la portata delle rappresentazione spaziale nell'uomo — rappresentazione cognitiva di spazio non è limitato alla sola vista. Tutti questi sensi contribuiscono a costruire la rappresentazione cognitiva di tempo troppo. Queste facoltà differiscono tra i vari organismi di molto, e anche tra gli esseri umani ad una misura del tutto. Congenitamente non vedenti hanno una rappresentazione dello spazio che li circonda attraverso il tatto e il suono in assenza della vista. (Ho allegato uno studio sui sogni del congenitamente non vedenti — utile per discutere il punto che hai fatto di sogni). È interessante notare che, congenitamente non vedenti a volte usano il linguaggio della visione per descrivere lo spazio intorno a loro, anche se non hanno mai visto prima. Il punto importante è che, sebbene visione è forse la più importante facoltà per l'uomo, non è l'unico e non ha specialità intrinseca della medesima. Persone diverse possono trovare diversi sensi speciali, per motivi diversi. Un fisico come si trova speciale luce a causa della relazione speciale che detiene con massa ed energia. Capisco questo “speciale-ness” dal tuo punto di vista abbastanza bene — c'è Penso nessun grande difficoltà a relazionarsi con questo sapore concettuale. Il mio preferito è anche la vista, con la sua presenza importante in fisica. Francis Crick ha scelto di studiare la visione come l'organo fondamentale per spiegare la coscienza, non perché avesse alcuna superiorità intrinseca, ma perché ha fornito la giusta piattaforma con tutte le sue peculiarità percettive. Questo è quello che volevo dire con una buona strategia per la ricerca. D'altronde, se fossi un chimico vorrei anche sostengo per la speciale-ness di reazioni chimiche nel sentire l'odore o sapore. Potrei anche dire interazioni atomiche o subatomiche sono il cuore di qualsiasi cosa accada nell'universo.

Mentre io affermo la sua unspecialness si affermi il suo essere speciale, dimostrando che non stiamo vedendo ogni altro punto o non ha senso, dopo tutto sia.

Anche, R deve essere definito più chiaramente applicabile a tutti gli esseri, o solo per gli esseri umani, o solo a te. Questo è di per sé un labirinto concettuale- se avete pensato.

PR non deve essere la stessa per diverse modalità sensoriali, molto simile spazio e suono non devono essere uguali. Lasciatemi illustrare con un esempio. Si supponga che vi viene chiesto di calcolare come colpire un bersaglio in movimento con un proiettile. Dire, un oggetto si muove lontano da voi e si misura la velocità per essere la metà della velocità del suono, hai una pistola che spara un guscio ad una costante velocità orizzontale di 0.75 Mach. Qual è l'angolo del muso pistola? È possibile utilizzare la meccanica classica e risolvere abbastanza facilmente. Diciamo che l'angolo è A. Ora supponiamo che si pongono lo stesso problema di un ipotetico, bat intelligente (che è cieco). Si può dimostrare che l'utilizzo echolocation, la mazza misurerà una velocità diversa per l'oggetto e il guscio. Infatti, egli sarebbe utilizzando qualcosa di molto simile alla meccanica relativistica (con la velocità della luce sostituita dalla velocità del suono) perché la sua echolocated “spazio” obbediranno che la meccanica. Ma la risposta finale per l'angolo che esce con sarà ancora un. Ora, solo perché tu e la mazza venire con lo stesso angolo non significa che lo spazio come si sia vedere (la PR) è uguale. Lo spazio può essere molto diversa in diverse modalità sensoriali. Lo spazio del pipistrello obbedisce relatività mentre la vostra obbedisce meccanica classica.

Due punti su cui sopra: 1) Si frainteso la mia domanda 2) si è utilizzato un esempio che è piuttosto eccessivo per descrivere “realtà fenomenica” che è già ben preso. E 'ben inteso che la percezione delle cose intorno a noi differiscono tra sensi e specie diverse, semplicemente perché gli strumenti ei meccanismi di misura sono diverse. Due scale di diverse lunghezze danno differenti misure della stessa distanza. Alcune percezioni potrebbero produrre i risultati finali simili, mentre altri producono risultati davvero differenti. Così, lo spazio che rappresento e lo spazio rappresenta un pipistrello può effettivamente essere diverso, anche se possiamo imbattersi in ogni volte. Tuttavia, Non so che cosa mazza di spazio è come io non sono una mazza e il pipistrello non sono io e non possiamo confrontare.

La mia domanda era: partendo dal presupposto che le realtà percettive tra gli organismi differiscono, che la realtà percettiva stai parlando qui? Non si può ovviamente generalizzare, come non si è nemmeno a conoscenza di altri’ realtà percettive. È possibile solo in meglio parlare della vostra PR, e allungare un po 'per assumere che non sono molto diversi da me e gli altri, così quello che si decide per te stesso può valere anche per me. La mia domanda era su questo: qual è la realtà percettiva che si sta tentando di spiegare con la luce come l'entità più importante? Sei spiegando per te (un), per tutti razza umana (b), o per tutti gli esseri dell'universo (c)? Questo è importante da chiarire in anticipo.

Temo di non sono d'accordo con voi qui o. La spiegazione GRB si basa sul presupposto che AR obbedisce meccanica classica (CM) non speciale relatività (SR), mentre PR obbedisce SR. Nel mio blocco schema va come questa: AR (CM) ->Percezione / Cognition->Realtà percepita (SR) ->Dell'alimentatore:>Scienza

Ora ora, dobbiamo andare in questa attenzione. Primo, Non sono più sicuro di quello che si tiene per AR, anche se si dice anche che non è accessibile. Ho pensato che fosse la Realtà Assoluta simile a Brahman o Noumeno che non sapremo mai di. Il punto più importante è, anche se abbiamo indovinato a destra ci sarà mai in grado di provarlo. Se è così, si può assumere come obbedendo a ciò che si vuole, anche come una pentola di acqua bollente. Intendiamoci, Capisco l'eleganza di prendere AR come CM in modo che si arriva a PR come SR. Si tratta di una proposta interessante che non mi ha perso. Ma è una proposta che si spara in un piede, seppur con coraggio!

Non proprio. Il punto critico è che è il PR che obbedisce SR. Non sappiamo nulla circa la meccanica obbedito da AR. Ma possiamo certamente capire che tipo di PR che otterremmo se AR obbedito CM. Si scopre che avremmo avuto qualcosa di simile a SR (indicando che CM è un buon candidato per la meccanica di AR). Così, la fotocellula esiste solo in PR, non in AR.

Come ho detto, Posso capire la tentazione di questa proposizione. E 'troppo interessante per passare; anche Schopenhauer caduto per esso (Leggere Confessioni di Brian Magee di un filosofo). Ho capito il tuo tilt già dal vostro giornale. Ma, come è possibile verificare che la fotocellula esiste solo nel PR? Si dovrà dimostrare che la fotocellula non esiste nel AR. O ho perso qualcosa? Spero che per giungere a una soluzione complicata che non hanno dimenticato le premesse semplici siamo partiti con — che AR non è raggiungibile e verificabile.

La mia idea (Non so se è abbastanza profonda per essere chiamato una teoria) è solo che AR non deve obbedire SR. Non deve obbedire CM sia, ma se fatto, avremmo avuto un PR molto come lo spazio che percepiamo con le strane proprietà in movimento sensing. Sembra così ovvio per me, ma sto avendo un momento così difficile comunicarlo, qualcuno molto meno convincente.

Si tratta di un concetto metafisico interessante come concetti metafisici andare (stessa Noumenon / Fenomeno) che non può mai essere testato. Vedo chiaramente il punto che se AR obbedisce CM, allora otterremmo SR in PR etc. Mi dà la sensazione di un boccone saporito improvvisamente cadere dalla mia bocca in un buco profondo. La difficoltà, per me, non è nella comprensione del concetto, soprattutto perché sono stato in questa cosa Noumeno per non so quanto tempo, ma in accordo con essa a causa della sua natura scivolosa — l'impossibilità di prova dalla causa della sua premessa.

Nel mio libro, Premetto che ripetutamente che AR è al di là della nostra portata, comprensione; è etc inconoscibile. Anche quando affermo che CM è un possibile candidato per AR, Prendo qualche problema di spiegare che è solo uno dei possibili candidati, ci possono essere altri. PR alla mappatura AR è uno-a-molti (moltissimi, infatti).

Bene, questo è il nocciolo della questione — che PR alla mappatura AR potrebbe essere molto numerosi. Per quanto si avverta la gente contro di essa, sarebbero andati via con una sensazione al contrario, peggio ancora si sarebbe anche sapere che si sta mettendo fuori qualcosa che non si può provare.

Sono d'accordo con voi qui, non c'è una ragione a priori per la causalità da rispettare nel contesto Brahman-Maya. Mi chiedo se si fosso causalità, si finisce in un solipsismo?

Di nuovo, non dobbiamo essere uno o nessuno. Non abbiamo bisogno di fosso o abbracciamo causalità anche prima comprenderlo. Se non c'è causalità, così sia, per finire con il solipsismo o nichilismo per quello che si prende cura.

Si può essere senza l'altro? Può sembrare essere senza onde di pressione dell'aria? È qui che si è messo in discussione se Maya può esistere senza Brahman o viceversa.

Certo si può avere suono senza onde di pressione dell'aria. Nei tuoi sogni, for instance 🙂 That was a bit of tongue-in-cheek, ma ho un punto >là.

Avete portato qui, in un punto importante che ci può aiutare a capire il rapporto tra ciò che sono e ciò che è effettivamente percepito. Per questo ho scavato un articolo (Hurovitz et al., 1999) che avevo letto qualche tempo fa. Alcuni punti pertinenti di uno studio più vecchio, replicato da questo studio sono:

  1. Non ci sono immagini visive nei sogni di coloro che sono nati senza alcuna capacità di sperimentare immagini visive nella vita reale.
  2. Gli individui che diventano ciechi prima dei cinque anni sperimentano di rado immagini visive nei loro sogni, anche se Deutsch (1928) riporta alcune immagini visive in sei scolari che hanno perso la vista prima di cinque anni.
  3. Coloro che diventano ciechi di età compresa tra cinque e sette tra può o non può mantenere una certa immaginazione visiva.
  4. La maggior parte delle persone che hanno perso la loro visione dopo sette anni continuano a sperimentare almeno alcune immagini visive, anche se la sua frequenza e chiarezza spesso sbiadiscono con il tempo.

Sebbene, questo studio non si tratta di suono (si noti che anche qui la vista è più interessante di udito!), riguarda la questione non minore importanza. I sogni sono infatti fenomeni neurologici vissuto senza input sensoriale esterno. Questo è molto ben capito ora (anche attaccato vedere una revisione più recente sul neuroimaging nei sogni). Tuttavia, sogni di immagini visive sono completamente intatte solo chi ha visto solo prima. Se avete avuto nessuna precedente esperienza di una percezione che si può anche non sognarlo, perché le connessioni neurali non possono formarsi senza il percetto, e quindi non può essere ripetere senza.

Sebbene, hai fatto questo punto tongue-in-cheek (in linea piuttosto con il vostro comportamento di routine:-), hai aperto tu stesso la profonda domanda ? c'è qualcosa da osservare senza l'osservatore?, o viceversa. Questa è una domanda che occupava gran parte della vita di Advaita e Dvaita filosofi, e richiede riflessione persistente. Si può affermare che non vi è Brahman oltre Maya, e un altro potrebbe dire non c'è. Si prende il pick – ma si deve riflettere su questo più, Penso che.

Probabilmente non esiste Maya senza Brahman. Ma Brahman può certamente esistere in assenza di un essere cosciente, e quindi in assenza di Maya. Almeno, questa è la mia comprensione del Brahman e Maya. La mia mente la causalità-bound può esprimere solo come, “Brahman crea Maya.”

Sicuro, Penso che tutti noi percepiamo e capire come è nostra abitudine e le nostre esperienze e tale bla bla. Ma un certo esercizio mi ha fatto un po 'di qualche tempo fa turbato. L'esperimento era immaginare come Brahman potrebbe essere in assenza di un essere cosciente. Naturalmente, non saprete mai, ma il processo di riflessione vi darà qualche informazione in questo dilemma Brahman-Maya. Provare per credere. Sarò curioso di sapere che cosa si immaginava e che cosa hai provato.

Aula

Commenti

Un pensiero su "ciò che è reale? Le discussioni con Ranga.”

I commenti sono chiusi.