Tag Archives: spac-tempo

Se Tempo Morto Now, Vorrei essere felice

Sogno sogni strani. Per fortuna, Di solito non li ricordo. Ma a volte, Mi ricordo un po ', e forniscono un sacco di divertimento. Un sogno recente è stato di una intervista televisiva, in corso in un centro commerciale. La persona intervistata era uno straniero, come i protagonisti dei miei sogni tendono ad essere. Questo ragazzo è stato centro-orientale, sia iracheni o iraniani, ed è stato parlando di un bambino che stava per adottare. Il ragazzo si è rivelato essere un bambino prodigio, e volava via da qualche parte per la formazione specialistica. L'intervistato, anche se un po 'triste, era filosofica su di esso. Al momento, c'era una canzone di fondo nel centro commerciale che è andato come, “Se il tempo è morto ora, Vorrei essere felice.” E l'uomo dice:, “Sì, questo è il mio modo di sentire!”

Mi ricordo sensazione, nei miei sogni, “Sì, diritto! La canzone giusta è capitato di giocare!” Troppo scettico anche nei miei sogni. Senza contare che non è tale canzone (per quanto ne so). Se pensi che questo sogno è strano, Una volta ho sognato su uno sconosciuto (e inesistente) parola durante la lettura di un libro. Ho anche provato a guardare la parola quando mi sono svegliato, ma invano, naturalmente.

Uno dei miei primi sogni era quando sono stato invitato alla Casa Bianca dal presidente Bush (junior) subito dopo la sua inaugurazione. Come ho fatto un passo in quella che sembrava essere una vita di dimensioni camera decente, il Presidente stava camminando lungo una rampa di scale. E mi ha chiesto, “Così. Pensi ancora che io sono stupido?” Ora, come faceva a sapere come mi sentivo?

Tornando alla mia morte-tempo del sogno, c'è qualcos'altro che è un po 'strano. Voglio dire, uno normalmente dire, “Se io morissi ora, Vorrei morire un uomo felice” o qualcosa in tal senso. Perché sarebbe “tempo” il? E 'mia convinzione segreto che quando uno muore, uno è “tempo” muore anche? Che non c'è comune, tempo universale, ma solo il nostro, individuale, tempi personali? Forse. Non sto parlando di tempi universale di Newton vs. Tempo relativo di Einstein. C'è qualcosa di filosofico qui che è appena oltre la mia portata. Come un nome sulla punta della lingua. Si tratta di acque profonde, e ho davvero bisogno di saperne di più. Di nuovo a scuola, un giorno…

La più fantastica dei miei sogni? Ero una volta James Bond. Completo di una bicicletta che si trasformò in una canoa di legno, quando ho colpito la spiaggia locale.

The Big Bang Theory – Part II

After reading a paper by Ashtekar on quantum gravity and thinking about it, I realized what my trouble with the Big Bang theory was. It is more on the fundamental assumptions than the details. I thought I would summarize my thoughts here, more for my own benefit than anybody else’s.

Classical theories (including SR and QM) treat space as continuous nothingness; hence the term space-time continuum. In questa visione, objects exist in continuous space and interact with each other in continuous time.

Although this notion of space time continuum is intuitively appealing, it is, at best, incomplete. Consider, per esempio, a spinning body in empty space. It is expected to experience centrifugal force. Now imagine that the body is stationary and the whole space is rotating around it. Will it experience any centrifugal force?

It is hard to see why there would be any centrifugal force if space is empty nothingness.

GR introduced a paradigm shift by encoding gravity into space-time thereby making it dynamic in nature, rather than empty nothingness. Così, mass gets enmeshed in space (e il tempo), space becomes synonymous with the universe, and the spinning body question becomes easy to answer. Sì, it will experience centrifugal force if it is the universe that is rotating around it because it is equivalent to the body spinning. E, non, it won’t, if it is in just empty space. Ma “empty space” doesn’t exist. In the absence of mass, there is no space-time geometry.

Così, naturalmente, before the Big Bang (if there was one), there couldn’t be any space, nor indeed could there be any “before.” Note, tuttavia, that the Ashtekar paper doesn’t clearly state why there had to be a big bang. The closest it gets is that the necessity of BB arises from the encoding of gravity in space-time in GR. Despite this encoding of gravity and thereby rendering space-time dynamic, GR still treats space-time as a smooth continuum — a flaw, according to Ashtekar, that QG will rectify.

Ora, if we accept that the universe started out with a big bang (and from a small region), we have to account for quantum effects. Space-time has to be quantized and the only right way to do it would be through quantum gravity. Through QG, we expect to avoid the Big Bang singularity of GR, the same way QM solved the unbounded ground state energy problem in the hydrogen atom.

What I described above is what I understand to be the physical arguments behind modern cosmology. The rest is a mathematical edifice built on top of this physical (or indeed philosophical) fondazione. If you have no strong views on the philosophical foundation (or if your views are consistent with it), you can accept BB with no difficulty. Sfortunatamente, I do have differing views.

My views revolve around the following questions.

These posts may sound like useless philosophical musings, but I do have some concrete (and in my opinion, important) results, listed below.

There is much more work to be done on this front. But for the next couple of years, with my new book contract and pressures from my quant career, I will not have enough time to study GR and cosmology with the seriousness they deserve. I hope to get back to them once the current phase of spreading myself too thin passes.