Richard Feynman — Quanto possiamo sapere?

Apriamo i nostri occhi, vediamo il mondo, scorgiamo modelli. Noi teorizzare, formalizzare; usiamo e la razionalità e la matematica per capire e descrivere tutto. Quanto possiamo davvero sapere, anche se?

Per illustrare ciò che intendo, mi permetta di usare un'analogia. Vorrei avere l'immaginazione a venire con esso, ma è stato Richard Feynman che ha fatto. Era, a proposito, abbastanza eccentrico per confrontare Fisica con il sesso.

Immaginiamo una piscina, una piscina accadendo, con un sacco di persone in immersione, nuotare intorno, generalmente divertirsi in acqua. Ci divertimento sta creando un sacco di onde in acqua. Diciamo che c'è questo piccolo insetto che si siede in un angolo della piscina, rilevamento delle onde in acqua con le antenne o qualsiasi altra cosa. Diciamo anche che questo insetto è benedetto con formidabile-livello umano di intelligenza. Pensi che sarà in grado di capire cosa sta succedendo in piscina, chi è immersioni in piscina o dove, tutti dalla sua percezione delle onde?

Ascoltiamo il grande uomo stesso.

“Quando c'è un sacco di persone hanno tuffato in piscina c'è una grandissima choppiness di tutte queste onde tutta l'acqua e pensare che è possibile, forse, che in quelle onde ci sia un indizio su quello che sta accadendo in piscina. Quella sorta di insetto o qualcosa con intelligenza sufficiente potrebbe sedersi in un angolo della piscina e solo essere disturbati dalle onde, e la natura delle irregolarità e urto delle onde hanno capito che saltò in dove e quando e dove ciò che sta accadendo in tutto il piscina. Ed è quello che stiamo facendo quando stiamo guardando qualcosa. Uh, la luce che viene fuori è … è onde, proprio come in piscina, tranne in tre dimensioni invece delle due dimensioni della piscina è che stanno andando in tutte le direzioni. E abbiamo un ottavo di un pollice buco nero nel quale queste cose vanno … che, uh, è particolarmente sensibile alle altre parti delle onde che stanno arrivando in una direzione particolare, non è particolarmente sensibile quando stanno arrivando in presso l'angolo sbagliato che noi diciamo è la coda del nostro occhio.”

La nostra percezione è un sottoinsieme estremamente limitato della ricchezza di informazioni là fuori. E di conseguenza, la nostra conoscenza è un incredibilmente piccola proiezione della vasta realtà là fuori. Quanto potremmo, insetti intelligenti che siamo, sapere? Abbastanza per tenerci occupati per tutta la vita, per essere sicuri. Ma poco ancora prezioso, rispetto a quello che c'è da sapere.

Foto di tlwmdbt cc

Commenti