Brains e computer

Abbiamo un perfetto parallelismo tra cervello e computer. Possiamo facilmente pensare al cervello come l'hardware e la mente o la coscienza come il software o il sistema operativo. Saremmo sbagliato, secondo molti filosofi, ma io continuo a pensare in quel modo. Permettetemi di delineare le somiglianze interessanti (secondo me) Prima di salire in difficoltà filosofiche coinvolte.

Un sacco di ciò che sappiamo del funzionamento del cervello viene da studi di lesione. Sappiamo, per le istanze, che caratteristiche come la visione dei colori, riconoscimento del volto e l'oggetto, rilevamento del movimento, produzione e comprensione del linguaggio sono tutti controllati da aree specializzate del cervello. Sappiamo che questo da persone che studiano che hanno subito danni cerebrali localizzate. Queste caratteristiche funzionali del cervello sono molto simili alle unità hardware computer specializzato nella grafica, suono, cattura video etc.

La somiglianza è ancora più evidente se si considera che il cervello può compensare i danni a un settore specializzato da quello che appare come software di simulazione. Per esempio, il paziente che ha perso la capacità di rilevare il movimento (una condizione persone normali avrebbero un momento difficile apprezzare o identificarsi con) potrebbe ancora dedurre che un oggetto era in movimento confrontando istantanee successive di esso nella sua mente. Il paziente con nessuna capacità di raccontare volti a parte potrebbe, talvolta, dedurre che la persona che cammina verso di lui in un luogo prestabilito al momento giusto era probabilmente sua moglie. Questi casi ci danno il seguente quadro interessante del cervello.
Cervello → Hardware
Coscienza → Sistema operativo
Le funzioni mentali → Programmi
Sembra un quadro logico e convincente per me.

Questa immagine seducente, tuttavia, è troppo semplicistico, nel migliore dei; o completamente sbagliato nel peggiore dei casi. La base, problema filosofico con esso è che il cervello stesso è una rappresentazione disegnata sulla tela della coscienza e la mente (che sono costrutti cognitivi di nuovo). Questa regressione infinita abissale è impossibile strisciare fuori. Ma anche quando ignoriamo questo ostacolo filosofico, e chiederci se cervello potrebbero essere i computer, abbiamo grossi problemi. Che cosa esattamente stiamo chiedendo? Potrebbe essere il nostro cervello hardware e menti del computer siano software in esecuzione su di essi? Prima di fare queste domande, dobbiamo porre domande parallele: Potrebbe computer hanno la coscienza e l'intelligenza? Potrebbero avere la mente? Se avessero menti, come potremmo sapere?

Ancora più radicalmente, come si fa a sapere se altre persone hanno una mente? Questo è il cosiddetto problema delle altre menti, di cui parleremo nel prossimo post prima di procedere a considerare l'informatica e la coscienza.

Commenti